homepage > tecniche analitiche > analisi elementare

Analisi elementare

La tecnica utilizzata per la determinazione di CHNS si basa sulla "combustione dinamica a flash". Il campione da analizzare viene pesato in una capsula di stagno e posto nel campionatore dello strumento, dove viene lavato da un flusso di elio e successivamente fatto cadere in un reattore verticale di quarzo, mantenuto alla temperatura di 1020°C (reattore di combustione). Quando il campione cade nel reattore di combustione, il flusso di elio viene momentaneamente arricchito con ossigeno purissimo; il campione e la capsula fondono e lo stagno provoca una violenta reazione (combustione a flash). In queste condizioni, ogni tipo di sostanza viene completamente ossidata.

La combustione viene poi resa quantitativa facendo passare la miscela di gas attraverso un catalizzatore di ossidazione. La miscela di gas viene quindi fatta passare su di un letto di fili di rame metallico per rimuovere l'eccesso di ossigeno e ridurre gli ossidi di azoto ad azoto elementare e successivamente viene inviata ad una colonna cromatrografica dove i singoli gas vengono separati ed eluiti come azoto, anidride carbonica, acqua e anidride solforosa. Un rivelatore a conducibilità termica genera un segnale elettrico proporzionale alla concentrazione dell'elemento che si desidera determinare.

 

 

Level Double-A conformance icon,W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Valid XHTML 1.0! Valid CSS!